Author

Camilla Fraschini

Browsing

Il Bernina Express

L’esperienza a bordo del Bernina Express è stata sorprendente e indimenticabile, consiglio a tutti di salire a bordo di questo meraviglioso treno e di ripetere l’esperienza più volte per lasciarsi conquistare da un viaggio che cambia e si trasforma a seconda della stagione e del paesaggio che muta.


Il Bernina Express è l’espresso più lento d’Europa, si parte dai 429 mslm di Tirano passando per le alte quote dell’Ospizio Bernina (2253 mslm), per poi ridiscendere nella vallata del fiume Inn: l’alta Engadina e St.Moritz.

Ho deciso di scrivere un veloce articolo sul blog per darvi qualche consiglio utile, per tutte le altre informazioni vi rimando al seguente sito: Trenino Rosso del Bernina.

CONSIGLI UTILI PER VIVERE AL MEGLIO L’ESPERIENZA:

  • vestitevi a strati (le carrozze sono riscaldate nel periodo invernale e gli sbalzi di temperatura possono essere molteplici durante il tragitto)
  • evitate di mangiare a St. Moritz se non volete spendere cifre assurde (meglio un pranzo al sacco!)
  • a bordo del Trenino Rosso del Bernina è consentito mangiare
  • Se prenotate la carrozza panoramica ricordatevi che se scendete potete risalire SOLO su un treno standard, quindi vale la pena fare tutto il percorso senza soste a bordo della panoramica e scendere quando siete a bordo di una carrozza standard
  • Sulla carrozza panoramica non potete tirare giù i finestrini e sul vetro avrete i riflessi (no foto)
  • Sulla carrozza standard potete tirare giù i finestrini e godervi la vista al meglio facendo foto/video
  • I biglietti sono rimborsabili, dovete fare la richiesta di annullamento entro 2 giorni lavorativi dalla data di partenza. Dal rimborso verranno in ogni caso trattenuti 10 €
  • I cani possono viaggiare a bordo del treno (verificare eventuali costi)
  • Per i treni standard non dovete prenotare, il consiglio è quello di arrivare in stazione almeno 30 minuti prima nei weekend e durante i ponti, se le carrozze si riempono dovrete prendere il treno successivo.
  • Dai treni potete scendere e risalire tutte le volte che volete sempre tenendo presente gli orari e le tempistiche del viaggio
  • Il viaggio sul Bernina Express dura 2 ore e 1/2 solo andata (da Tirano a St. Moritz)
  • Non c’è una stagione migliore per organizzare il viaggio, ogni periodo sarà sorprendente e unico, ricordatevi che il Bernina Express circola anche con la neve!

COME HO ORGANIZZATO IL MIO VIAGGIO

1° giorno: Partenza da Milano Centrale in treno (2 ore e 1/2), arrivo a Tirano e pernottamento presso il Bernina Express Rooms, posto con un ottimo rapporto qualità/presso e vicinissimo alla stazione di partenza del Bernina.

2° giorno: partenza con il Trenino Rosso del Bernina (carrozza panoramica ore 10.07), arrivo a St. Moritz per pranzo e ritorno verso Tirano con il treno standard con sosta presso Alp Grum. Pernottamento a Tirano.

3° giorno: Partenza verso Milano in treno (2 ore e 1/2)

 

Un viaggio che non dimenticherete e che avrete viglia di rifare appena scesi dal treno!

BUON VIAGGIO

 

La fioritura di Castelluccio di Norcia

A Castelluccio di Norcia ti emozionerai…così mi avevano detto ma io non ci avevo creduto. Avevo già visto foto e video in giro sul web, sapevo che tipo di paesaggio aspettarmi…e invece!
E invece l’emozione è arrivata dritta negli occhi e poi al cuore, perché quando arrivi nella cosiddetta Piana Grande di Castelluccio (in tutto sono tre le piane, le altre sono il Pian Piccolo e Perduto), succede qualcosa che è difficile spiegare e anche restituire tramite foto o video.

Qui tutto sembra aspettarti: non solo i magnifici fiori, ma anche il silenzio, la vastità del paesaggio, aperto ma protetto tutto intorno dai Monti Sibillini, i morbidi pendii che trasmettono un senso di pace e naturalmente Castelluccio stesso, ferito nel profondo dal terremoto, ma determinato a tornare alla vita.

Appena arrivati vorrete solo immergervi in questo quadro e perdervi per un paio d’ore nei suoi colori sempre sorprendenti e mutevoli: il giallo della senape, il rosso del papavero, il viola dello specchio di Venere e del fiordaliso, ma anche genzianelle, narcisi, asfodeli, acetoselle e ovviamente LA LENTICCHIA.

COSA RENDE CASTELLUCCIO SPECIALE?

In questa zona non vengono utilizzati erbicidi, ciò permette a molte specie infestanti di crescere indisturbate tra le piantine di legumi, queste specie non sono viste come un problema da estirpare, bensì come una risorsa e una potenzialità, perché creano le giuste condizioni di umidità per la crescita e lo sviluppo delle lenticchie.

INFO UTILI

IL PARCHEGGIO: io ci sono stata in un giorno settimanale (all’inizio di luglio) e quindi c’era pochissima gente, ben diverso il discorso durante i weekend. Il consiglio è sempre quello di non parcheggiare lungo la strada che porta a Castelluccio perché rischiate la multa, piuttosto cercate di lasciare l’auto al “parcheggio ristoranti” che si trova sulla strada che vi porta su al paese e poi a piedi scendete a vedere la fioritura tra i campi.

IL CALDO: se andate in una giornata calda portate con voi una bottiglietta d’acqua per dissetarvi lungo la camminata tra i campi e spalmatevi la crema solare, essendo una piana completamente al sole non troverete ombra da nessuna parte, in più la zona è spesso ventilata e potreste bruciarvi senza rendervene conto. Nelle giornate molto calde sconsiglio di portare con voi il cane che potrebbe avere un colpo di calore e fate molta attenzione con i bambini.

IL CIBO: per mangiare trovate una sorta di food area in stile Amatrice a metà della strada che vi porta su al paese. Tutti i ristoranti dopo il sisma sono stati spostati in questa zona food e avrete ampia scelta per il vostro pranzo o la vostra cena.

I FIORI: ovviamente è vietato calpestare qualsiasi tipo di fiore e addentrarsi nei campi per scattare foto o altro. Seguite i sentieri tra i campi e fate attenzione a rispettare questo splendido territorio.

Serie tv MARZO 2019

Eccoci al nostro appuntamento dedicato alle serie tv più interessanti viste in questo mese. Per leggere l’articolo sulle serie tv di GENNAIO clicca qui, per quelle di FEBBRAIO invece clicca qui.

P.s.: in fondo trovate anche le serie più attese di APRILE 2019!

THE WIDOW: (Amazon Prime Video) bella e scorrevole serie con protagonista Kate Beckinsale che interpreta Georgia, una donna che perde  suo marito in un misterioso incidente aereo e che non si fermerà davanti a nulla per scoprire la verità. Buon ritmo, ottimi attori, una serie che ti tiene incollato fino alla fine senza troppo complicare gli intrecci. Voto 7 e 1/2

AFTER LIFE: (Netflix) serie diretta e interpreta da Ricky Gervais, una comedy di 6 puntate con protagonista un uomo che, dopo aver perso la moglie, accantona l’idea del suicidio iniziando a fare e dire tutto ciò che vuole senza alcuna inibizione. Humor nero e sorrisi assicurati senza mai scadere nel banale. Voto 7 e 1/2

THE OA: (seconda parte su Netflix) la serie che tanto ha fatto discutere. Per alcuni geniale e accostabile a Lynch, per altri ridicola e deludente. Io faccio parte del primo gruppo: l’ho amata, la trovo coraggiosa e innovativa. Ha qualche limite ma glielo si perdona. Voto 8

LA VERITA’ SUL CASO HARRY QUEBERT: (Sky Atlantic) miniserie diretta da Jean-Jacques Annaud, basata sull’omonimo romanzo del 2012, scritto da Joël Dicker. Ho letto il libro e devo dire che, per quello che ricordo, la serie segue passo passo il romanzo. Al di là di Patrick Dempsey (che secondo me ha due espressioni), la serie è un bel thriller che regge fino alla fine,  un ottimo prodotto. Voto 8

 

PROSSIME USCITE E RITORNI ATTESI:

29 MARZO –  Santa Clarita Diet (stagione 2 su Netflix)

29 MARZO – Hanna (Amazon Prime Video) serie basata sul film del 2011 di Joe Wright e di cui abbiamo visto la prima puntata in anteprima all’inizio di febbraio. La storia è quella di  Hanna che non conosce la sua identità e che ha trascorso tutta la sua vita ad allenarsi per combattere coloro che cercano di catturare lei e il padre.

5 APRILE: Le terrificanti avventure di Sabrina (stagione 2 su Netflix)

5 APRILE: Quicksand (prima stagione su Netflix) la storia è quella di Maja, giovane studentessa di 18 anni che vive a Stoccolma e frequenta un esclusivo liceo privato. La sua vita viene stravolta da una sparatoria di massa che avviene all’ interno della sua scuola e causa diverse vittime. Maja si ritrova ad essere accusata di omicidio.

15 APRILE: Game of Thrones (ottava stagione su Sky Atlantic)

18 APRILE: Fosse/Verdon (miniserie su Fox Life): protagonisti Michelle Williams e Sam Rockwell nei ruoli della ballerina Gwen Verdon e dal coreografo e marito Bob Fosse.

20 APRILE: God Friended Me (prima stagione su Premium Stories) e se Dio ti chiedesse l’amicizia su Facebook? Da qui parte la storia con protagonista un ragazzo ateo figlio di un reverendo.

26 APRILE: Chambers (prima stagione su Netflix) serie fantascientifica con protagonista Uma Thurman, una donna tormentata dal mistero del cuore che le è stato trapiantato e le ha salvato la vita, inizia ad assumere le caratteristiche del deceduto, alcune delle quali sono molto oscure.

Al prossimo mese!

6 mesi di libri…e colazioni!

A settembre ho iniziato un piccolo progetto personale dal nome “almeno un libro al mese”. Il tutto è iniziato da una semplice constatazione: il tempo che prima dedicavo alla lettura veniva impiegato guardando serie tv.

Da settembre ho letto 10 libri, per me un ottimo risultato e in questo articolo te li racconto: 6 mesi di libri…e colazioni! Troverai una breve trama e una semplice considerazione personale sul libro in questione che possono aiutarti a capire se quel libro ti possa piacere oppure no!

Buona lettura 🙂

L’EDUCAZIONE

di Tara Westover edito da Feltrinelli (375 pagine- € 18)

TRAMA IN BREVE: l’autrice racconta la sua storia di bambina e poi donna cresciuta in una famiglia mormona tra le montagne dell’Idaho. Senza libri, senza andare a scuola, senza sapere cosa sia l’olocausto, senza andare dal dottore, il tutto preparandosi alla fine del mondo e con un clima pesante in casa. Poi Tara, la protagonista, fa una scoperta: l’educazione.

Un libro forte, che ti prende fin dalle prime pagine e da divorare tutto d’un fiato. Per chi ha voglia di una storia vera e a tratti molto drammatica. Un libro che procede per immagini vivide come fosse un film.

15,72€
18,50
disponibile
19 nuovo da 15,70€
3 usato da 11,43€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 15 Ottobre 2019 14:10

LE ASSAGGIATRICI

di Rosella Pastorino edito da Feltrinelli (285 pagine – € 17)

TRAMA IN BREVE: autunno 1943, Rosa e altre 9 donne sono “le assaggiatrici”, devono mangiare il cibo destinato a Hitler così da avere la certezza che non sia avvelenato. Nasceranno amicizie, rivalità, amori…in un clima di terrore e paura.

Avevo tanto sentito parlare di questo libro, ma ho faticato ad entrare nella sua scrittura. Più volte mi sono dimenticata che lo stavo leggendo, restava sul comodino e non trovavo la spinta per arrivare alla fine. Sicuramente un mio limite.

16,57€
19,50
disponibile
11 nuovo da 15,90€
6 usato da 4,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 15 Ottobre 2019 14:10

L’ASSASSINIO DEL COMMENDATORE

Libro primo – idee che affiorano di Murakami Haruki edito da Einaudi (411 pagine – € 20)

TRAMA IN BREVE: il protagonista, un pittore di 36 anni, viene lasciato dalla moglie e comincia a vagare per l’Hokkaido finché un amico gli propone di andare a vivere in una casa in mezzo al bosco che fu di uno dei pittori più famosi del Giappone. Da qui la sua vita cambierà per sempre: tutto inizia quando scopre un quadro nascosto nel sottotetto e quando una notte un flebile suono lo sveglia.

Quando leggo un libro di Murakami rimango sempre colpita: mi parla dritto al cuore e alla pancia, quindi sono di parte! Anche questa volta ho dovuto impormi di leggerlo lentamente per farlo durare almeno qualche giorno. Se amate i suoi libri amerete anche questo.

12,75€
15,00
disponibile
18 nuovo da 12,75€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 15 Ottobre 2019 14:10

LE OTTO MONTAGNE

di Paolo Cognetti edito da Einaudi (199 pagine- € 18,50)

TRAMA IN BREVE: Pietro è un ragazzino di città che si trova a passare le sue estati a Grana, ai piedi del Monte Rosa. Qui conosce Bruno che si occupa del pascolo delle vacche. I due diventano amici esplorando ogni estate le case abbandonate e i sentieri più aspri. Il tempo passa, Pietro e Bruno crescono, si perdono di vista per poi ritrovarsi adulti e affrontare la vita con il suo dolore, le perdite e i fallimenti.

Un libro che ho amato molto e che non potevo farmi scappare dopo aver passato le vacanze ad Alagna, proprio nei luoghi in cui è ambientato il romanzo. Un libro che vi rapirà il cuore se siete amanti della montagna e che vi farà venire voglia di infilare gli scarponcini se invece avete sempre snobbato le vette e le camminate.


CORRI. DALL’INFERNO A CENTRAL PARK

di Roberto di Sante edito da Ultra Novel (138 pagine – € 14,50)

TRAMA IN BREVE: un uomo cade dal quarto piano ed esprime un desiderio: correre la maratona di New York. Il suo corpo si ferma a qualche centimetro da terra. Aldo è un giornalista di successo che soffre di depressione e che attraverso la corsa (e non senza difficoltà e ostacoli) riuscirà a tornare alla vita.

Un romanzo che tutti dovrebbero leggere, un inno alla vita che ci ricorda che la depressione esiste e se ne può parlare. Una storia in cui tanti si ritroveranno, perché la corsa ha salvato la vita di Aldo, ma ognuno di noi si può salvare curando lo spirito e coltivando nel profondo una passione. Ho avuto il piacere di conoscere e intervistare l’autore: una persona d’oro che si è raccontata con coraggio.


MATRIGNA

di Teresa Ciabatti edito da Solferino (205 pagine – € 16,50)

TRAMA IN BREVE: Andrea è un bambino speciale, biondo e con gli occhi azzurri. Noemi una bimba come tante. Cosa accade quando il bambino speciale sparisce? La sorella avrebbe dovuto tenergli la mano. Noemi cresce ma è richiamata al paese dove tutto è cominciato. Troverà uno scenario diverso da quello che si aspetta.

Un romanzo sulla famiglia e sui ruoli, una scrittura che ti cattura e ti trascina via come un fiume in piena. Un libro che si legge velocemente ma che resta a lungo.


L’ANIMALE CHE MI PORTO DENTRO

di Francesco Piccolo edito da Einaudi (228 pagine – € 19,50)

TRAMA IN BREVE: l’autore racconta la sua formazione di maschio e la continua lotta tra l’uomo che vorrebbe essere e l’animale che si porta dentro che risponde al richiamo del branco. Una storia personale e nel contempo di tutti.

Un libro che consiglierei a uomini e donne, ma ci vuole un minimo di coraggio. Il libro può risultare fastidioso, anche se è vero più del vero. Potrà far male riconoscersi o riconoscere il proprio compagno, padre, fratello, amico…uno strumento per capire il maschio contemporaneo. 


BEAUTIFUL MUSIC

di Michael Zadoorian edito da Marcos y Marcos (397 PAGINE – €18)

TRAMA IN BREVE: Danny non si veste alla moda, non è figo, è vittima dei bulli e ha dovuto imparare presto cosa significhi essere adulti, ma Danny ha dalla sua un’arma incredibile: la musica, di cui è un grande appassionato e che gli risuona sempre in testa. Inizierà a lavorare per la radio della scuola e a far ascoltare la musica che più gli piace. Ad aspettarlo c’è un mondo spesso crudele e aspro quanto attraente: le bigiate, le prime canne, i concerti…sullo sfondo la Detroit degli anni ’70 e gli scontri razziali.

Un libro bellissimo e commovente, difficile arrivare alla fine senza che gli occhi si inumidiscano. Amerete Danny alla follia, gli vorrete bene e avrete voglia di abbracciarlo. Una storia singolare e universale insieme, per tutti quelli che vivono di musica e che ogni tanto si svegliano al mattino con “la dissolvenza”.


L’ASSASSINIO DEL COMMENDATORE

Libro secondo – metafore che si trasformano di Murakami Haruki edito da Einaudi (430 pagine – € 20)

TRAMA IN BREVE: in questo secondo libro continuano i misteri attorno alla casa nel bosco che fu di Amada Masahiko. Tutte le domande e gli eventi inspiegabili troveranno la più imprevedibile delle soluzioni.

Quando leggo un libro di Murakami io mi sento a casa. Ha la capacità di parlarmi dritto al cuore, alla testa e alla pancia. Amo i suoi personaggi e gli universi in cui li colloca. Un viaggio visionario che ti porta a riflettere con stupore e ti regala una storia di rara potenza.


STORIA DELLA BAMBINA PERDUTA

L’amica geniale – quarto e ultimo volume di Elena Ferrante Edizioni e/o (451 pagine –  € 19,50)

TRAMA IN BREVE: siamo al quarto e ultimo capitolo di questa straordinaria storia. Ritroviamo Lina e Lenù, il rione, la nostra Italia, i cambiamenti di queste due donne brillanti e della loro intensa amicizia. Inutile, direi, raccontare la trama di questo capitolo conclusivo, bisogna starci dentro, immergersi come fosse un fiume in piena e venirne fuori.

Concludere la saga della Ferrante è stato uno strappo al cuore e alle viscere. Non volevo lasciar andare Lila e Elena, non voglio che spariscano e credo che non succederà: sono ormai parte del mio stesso tessuto e le ritroverò in uno sguardo, in una parlata, in un comportamento…su Elena Ferrante è stato detto tanto, di certo non posso aggiungere dal mio piccolo nulla di nuovo, solo confermare la potenza viscerale di questi romanzi, la loro cruda verità. Una scrittura che ti entra dentro senza vie di mezzo: o dentro o fuori, o la accogli o la respingi. Sono contenta di averla accolta.


Buona lettura e alla prossima!


In breve: la lista dei libri consigliati

15,72€
18,50
disponibile
19 nuovo da 15,70€
3 usato da 11,43€
Amazon.it
Spedizione gratuita
16,57€
19,50
disponibile
11 nuovo da 15,90€
6 usato da 4,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
12,75€
15,00
disponibile
18 nuovo da 12,75€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 15 Ottobre 2019 14:10

 

Serie tv FEBBRAIO 2019

Eccoci al nostro appuntamento dedicato alle serie tv più interessanti viste in questo mese. Per leggere l’articolo sulle serie tv di gennaio clicca qui!

P.s.: in fondo trovate anche le serie più attese di marzo e alcuni ritorni davvero speciali come la seconda stagione di The OA!

Russian Doll: (su Netflix) partiamo subito da una grande delusione. La serie è ideata da Natasha Lyonne (la Nicky di Orange Is the New Black) che ne è anche la protagonista. Le aspettative erano alte: la storia è quella di una festa che si ripete all’infinito e di una ragazza che rimane intrappolata in un loop misterioso, morendo tutte le volte alla fine della notte, per svegliarsi il giorno dopo. Nulla di nuovo direte voi, vero, ma con una protagonista così forte mi aspettavo un prodotto diverso. La serie risulta noiosa e (udite udite!) ripetitiva. Finale scontato e banale. Peccato. Voto 6 

La tregua: (su Netflix) qui signore e signori siamo davanti ad una serie belga! La prima stagione mi era piaciuta e vi consiglio di vederla, ma la seconda nonostante abbia gli stessi personaggi non è strettamente legata alla prima, ci sono solo alcuni riferimenti. Potrei definire “La tregua” come la “The Killing” belga: c’è una buona dose di mistero, intrighi, le indagini della polizia, un cadavere (per forza!) e una trama che regge fino alla fine. Una serie piacevole e che si fa guardare. Voto 7

Hanna: (su Amazon Prime Video) vi ricordate l’omonimo film del 2011 con Saoirse Ronan, Eric Bana e Cate Blanchett? Ecco la serie racconta la stessa storia, quella di una ragazza cresciuta insieme al padre in un bosco isolato e in continua fuga, a darle la caccia un’agente della CIA. La ragazza cercherà di scoprire qualcosa sulla propria identità di cui non sa nulla. Il primo episodio è stato pubblicato il 3 febbraio 2019, ma la serie uscirà a marzo. Grande attesa e aspettative alte per questa serie in cui ritroviamo Mireille Enos e Joel Kinnaman (protagonisti di The Killing)

Dirty John: (su Netflix) questa serie è uscita il giorno di San Valentino ma di certo non racconta un “vissero per sempre felici e contenti”. John è un uomo  affascinante, Debra se ne innamora e fin qui tutto bene.  La relazione però si trasforma in qualcosa di perverso e malato mettendo a nudo le vere intenzioni di lui. Una storia vera, simile a tante altre che purtroppo a volte leggiamo sui giornali. Una serie ben scritta che mantiene alta la curiosità fino all’ultima puntata. Voto 7 e 1/2

True Detective: (Sky Atlantic) che stagione pazzesca! Se vi sono piaciute le altre due, non rimarrete delusi dalla terza stagione di questa serie sempre raffinata, ben scritta e recitata divinamente. La storia ruota attorno alla scomparsa di una bambina e del suo fratellino, ma (ovviamente) c’è molto di più, c’è un protagonista alla ricerca di se stesso. Una serie perfetta e con diversi piani di lettura. Voto 9

Umbrella Academy: (su Netflix) mi è sembrato uno strano mischione tra Misfits, Una serie di sfortunati eventi e Sense8, sicuramente non è il mio genere. Mi ha annoiata e mi è sembrato un prodotto per bambini e/o ragazzini. Forse troppo “fumettosa” per i miei gusti. Ripeto è una questione puramente personale. Nulla di che. Voto 6

USCITE DI MARZO INTERESSANTI

1 MARZO – THE WIDOW: (amazon prime video) serie con protagonista Kate Beckinsale che segue la storia di Georgia, che perde tutto, incluso suo marito, in un misterioso incidente aereo e che non si fermerà davanti a nulla per scoprire la verità.

8 MARZO – AFTER LIFE: (netflix) diretta e interpreta da Ricky Gervais, è una serie comedy con protagonista un uomo che, dopo aver perso la moglie, accantona l’idea del suicidio per farla pagare al mondo intero.

8 MARZO – MADE IN HEAVEN: (amazon prime video) serie indiana che racconta la vita di Tara e Karan, due wedding planner di Delhi che gestiscono un’agenzia chiamata “Made in Heaven”.

15 MARZO – LOVE, DEATH AND ROBOTS: (netflix) serie firmata da David Fincher e Tim Miller: brevi storie tra fantascienza, fantasy, horror e comedy.

29 MARZO – HANNA (amazon prime video) serie basata sul film del 2011 di Joe Wright e di cui abbiamo visto la prima puntata in anteprima all’inizio di febbraio. La storia è quella di  Hanna che non conosce la sua identità e che ha trascorso tutta la sua vita ad allenarsi per combattere coloro che cercano di catturare lei e il padre.

RITORNI INTERESSANTI:
5 MARZO – THIS IS US (stagione 3 su Sky)
8 MARZO – MODERN FAMILY (stagione 10 su Sky)
22 MARZO – THE OA (stagione 2 su Netflix)
29 MARZO – GOMORRA (stagione 4 su Sly)
29 MARZO –  SANTA CLARITA DIET (stagione 2 su Netflix)

La mia esperienza con il KAKEBO

Come promesso ecco il video in cui vi racconto la mia esperienza con il KAKEBO: il libro dei conti di casa, il metodo giapponese per imparare a risparmiare. L’ho usato per un mese e vi racconto come è andata.

Se volete acquistarlo trovate il link diretto ad Amazon subito sotto il video!

10,96€
12,90
disponibile
12 nuovo da 10,96€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 17 Ottobre 2019 11:44

Serie tv GENNAIO 2019

In questo articolo vi racconto le serie tv che ho visto a gennaio 2019: una partenza di anno un po’ sottotono per quanto mi riguarda, c’è stato qualcosa di interessante, ma non è mai abbastanza per la nostra fame di serie! 🙂

Gennaio per fortuna ci sta regalando anche la terza stagione di True Detective, mi riservo di commentarla nel prossimo articolo.

 

Chiami il mio agente! (su Netflix): a gennaio 2019 scopro questa serie francese di cui sono già fuori ben 3 stagioni, mi avvicino con un certo sospetto solo perché è una produzione francese e mi dovrò ricredere subito: divertente, ben scritta e recitata, racconta con ironia e un filo di cattiveria la realtà di un’agenzia di spettacolo parigina e dei suoi agenti alle prese con le stranezze degli attori ma anche con le loro vite private. Davvero godibile! Voto 8

Sex Education (su Netflix): questa è la serie che mi ha fatto sentire vecchia! Piacevole e ben scritta, ma non mi ha catturata a sufficienza. Il motivo? Forse è pensata per un pubblico più giovane. E forse sono anche stufa di vedere serie che sfruttano l’effetto nostalgia e fanno finta di essere ambientate negli anni ’80. Carina ma passiamo oltre! Voto 7

Escape at Dannemora (Sky Atlantic): questa miniserie è andata in onda a cavallo tra dicembre 2018 e gennaio 2019 e racconta una storia vera: la fuga dal carcere Clinton Correctional Facility avvenuta nel 2015, che ha generato una caccia all’uomo verso i due carcerati, aiutati nella fuga da una dipendente della prigione. E’ diretta da Ben Stiller e interpretata tra gli altri da Benicio del Toro, Patricia Arquette e Paul Dano. Una splendida serie che fila liscia come l’olio, attori perfetti. Voto 8 e 1/2

Derry girls (su Netflix): è la ciliegina sulla torta di questo gennaio: intanto perché siamo negli anni ’90 (finalmente non solo anni ’80) e ci sono i Cranberries nella colonna sonora e poi perché è fresca, diretta e con puntate brevi. La serie perfetta per chi cerca leggerezza, ma c’è anche una bella dose di profondità. La storia è quella di un gruppo di ragazze che vivono in una cittadina irlandese di provincia. Sullo sfondo le tensioni politiche e militari degli anni dei Troubles, il conflitto nordirlandese che ha fatto registrare più di tremila vittime. Le protagoniste sono delle vere simpaticissime “tamarre”! Le amerete. Voto 8 e 1/2

I protagonisti di Derry girls

Black Earth Rising (su Netflix): questa serie è abbastanza complessa, più volte (se la inizierete) vi verrà voglia di abbandonarla perché ha tanti contro: temi complicati, tanta politica, intrighi spesso difficili da capire, lentezza, tematiche a noi distanti e di cui sappiamo poco. Però è una bella sfida e ha anche dei pro: attori decisamente bravi (Michaela Coel, protagonista di Chewing Gum qui completamente trasformata e il sempre eccezionale John Goodman) e un soggetto nuovo, diverso da quello che c’è in circolazione, una “serie seria” :), da prendere così com’è. Voto 7

I protagonisti di Black Earth Rising

Ci risentiamo a fine febbraio!

La Crema Pan di Stelle: video recensione!

È arrivata…o quasi!

In questo video la mia personalissima recensione della nuova Crema Pan di Stelle a marchio Barilla, messa a confronto con la Nutella. So bene che esistono tante altre creme alle nocciole in commercio (tutte molto buone), ma ho deciso di metterla a confronto con la più popolare.

N.B.: purtroppo il link che vi segnalo per trovare sulla mappa i punti vendita più vicini a voi non è più in funzione da qualche ora, mi spiace!  Non so se tornerà a funzionare più avanti.
In questo momento una confezione da 330 g di Crema Pan di Stelle è in vendita al prezzo di euro 3,59

Prima di guardare il video tenete conto del fatto che in casa mia è presente un barattolo di Nutella da 950 g quindi la mia opinione forse non è del tutto imparziale 🙂


Tutti i pro delle 2 creme:

Nutella:

è il sapore della nostra infanzia
è prodotta da una delle aziende italiane più amate in patria (e non solo)
è quello che è, da sempre, tanto da non rinunciare al temutissimo olio di palma
è gluten free

Crema Pan di Stelle:

è senza olio di palma
è la crema di uno dei biscotti più amati di sempre
ha un packaging molto bello
ha la granella di biscotto

L’avete provata? Cosa ne pensate?

Biscotti vegan alla cannella

Facili, veloci, si sporca solo una ciotola, senza uova e senza burro…insomma i biscottini perfetti se avete ospiti dell’ultimo minuto! Ovviamente li potete personalizzare, aggiungendo gocce di cioccolato o quello che la fantasia vi suggerisce!

Vi lascio anche le dosi in “cup”, io trovo questo sistema molto comodo e se volete QUI trovate i misurini da comprare su Amazon.